Informazioni sul metodoShiatsu


Definizione

Lo shiatsu è un metodo di trattamento proveniente dal Giappone che combina forme di trattamento del corpo tipiche della tradizione estremo orientale con elementi di promozione della salute e di stili di vita dell’Occidente.

Origine

Lo shiatsu affonda le proprie radici nella filosofia e nell’insegnamento della salute tradizionali dell’Estremo Oriente, soprattutto nella medicina giapponese e cinese. “Shiatsu” in giapponese significa "pressione del pollice". Il termine viene utilizzato a partire dalla fine del XIX secolo. In forma scritta appare per la prima volta nel 1919 quando viene usato all’interno del libro “Shiatsu-Ho” (“terapia della pressione del pollice”) pubblicato dal giapponese Tenpeki Tamai. In questa pietra miliare della letteratura relativa allo shiatsu, Tamai intende “shiatsu” come l’applicazione terapeutica di tecniche manuali tradizionali.

Il suo discepolo Tokujiro Namikoshi (1905-2000) sviluppò in seguito uno stile di shiatsu che unisce i fondamenti della medicina occidentale con le conoscenze tradizionali estremo orientali sull’energia. Il metodo di Namikoshi si diffuse soprattutto in Giappone dove nel 1964 venne riconosciuto ufficialmente dal governo giapponese come metodo autonomo.

A partire dalla fine degli anni Settanta lo shiatsu si iniziò a diffondere in Europa e nel resto del mondo. Lo shiatsu più conosciuto nell’Occidente è quello sviluppato da Shizuto Masunaga (1925-1981), ex-allievo di Namikoshi. Nel suo metodo, Masunaga aggiunse alle tecniche manuali tradizionali e di insegnamento della salute anche aspetti psicologi.

In Svizzera esistono due associazioni di shiatsu. L’Associazione Svizzera di Shiatsu (ASS) è stata fondata nel 1990 ed è portatrice dell’identificazione del metodo shiatsu. La seconda associazione è stata fondata nell’anno 1998 ed è l’Associazione Svizzera Shiatsu metodo Namikoshi (ASSN). È l’associazione che rappresenta gli interessi dello shiatsu Namikoshi.

Fondamenti

Secondo i principi della medicina tradizionale cinese, il corpo umano è l’unione di corpo, mente e anima. Sempre secondo questa concezione, la vita è sottoposta a continui processi di trasformazione. Per mantenere la sua salute, l’individuo deve vivere in sintonia con sé stesso, il suo ambiente, la natura e l’universo. Nel momento in cui questo equilibrio non è più dato o non riesce a reggere a lungo termine, si rischia un disturbo del flusso energetico. Questo deve essere riconosciuto in tempo, per evitare che apporti ulteriori disturbi, malattie o crisi esistenziali.

L’energia vitale “Ki” scorre lungo i cosiddetti meridiani (canali o collegamenti). Trattando questi meridiani in modo specifico, si riarmonizza energeticamente e fisicamente l’organismo. In questo modo vengono rinforzate l’energia vitale e le forze autoregolatrici del corpo e promosso il benessere generale.

© 2020 Eskamed SA

Trovare terapeuta